Blog

Erbe selvatiche a Dolzago - 8 maggio 2016

Erbe spontanee commestibili : un argomento che "piace" sempre di più! Molto interesse e curiosità verso questo aspetto del tutto inedito del procurasi il cibo: la raccolta di erbe e fiori che si possono trovare in natura e che un tempo costituivano la dispensa dei nostri progenitori.
A corollario gli spledidi scenari offerti da antiche testimonianze storiche quali Cogoredo, Cavonio e la chiesina di sant'Alessandro.
Un mix di cultura, natura e storia concentrati in pochi metri. Un ringraziamento a Daniela Bonanomi che ha condotto l'uscita e a tutti
i collaboratori dell'associazione. Un ringraziamento particolare al vice sindaco di Dolzago, Beatrice
Civillini. Amministrazione da sempre amica dell'associazione e dell'ambiente.

 

Per l'occasione abbiamo avuto il piacere di ospitare Alessandro Rigamonti, giornalista di TeleUnica che ha redatto un documentario che
verrà mandato in onda all'interno della rubrica Itinerari.
La messa in onda è prevista per MERCOLEDI'25 ore 21.00 coan repliche
SABATO 28 ore 19.40 e DOMENICA 29 ore 12.45

 

PLIS ed elezioni comunali: cosa fare per ambiente e territorio?

In tempi di campagna elettorale è usanza suonare la grancassa promettendo " mari e monti" . Peccato che però, molto spesso, questi " mari e monti " non trovino spazio nei programmi elettorali.

Mari e monti è la metafora perfetta di ambiente e territorio, di cui troppo spesso ci si riempie la bocca ma che altrettanto troppo spesso si finisce col farli diventare vittime sacrificali sull'altare delle priorità e delle necessità: l'allargamento della strada, i bilanci sempre tiranni, le opere pubbliche, ecc.

Il 5 Giugno molti paesi del territorio andranno alle urne per rinnovare il proprio consiglio comunale. Tra questi anche ben quattro delle sei amministrazioni comunali che hanno aderito e deciso di dare vita al PLIS del Monte di Brianza. Da associazione ambientalista, e da promotori dell’istituzione del Parco Locale di Interesse Sovracomunale del Monte di Brianza, cogliamo l’occasione per ribadire e ricordare come si renda necessario porre al centro del proprio programma elettorale maggior attenzione al territorio e all’ambiente. Dopo gli anni del grande saccheggio, vengono riconosciute l’urgenza e la necessità di conservazione e tutela del territorio rimasto integro, senza contare il grande valore in materia di impatto positivo che, ambiente e territorio, esercitano sulle persone che vivono e fruiscono di boschi, paesaggi e natura.
Dunque l’ambiente come servizio PER le persone e pertanto degno di essere al centro di una convenzione al pari di trasporti, rifiuti, polizia locale e molti altri servizi. Questo lo chiediamo a tutti, ma in modo particolare alle liste che si presenteranno nei paesi di Olginate, Garlate, Brivio, e Olgiate Molgora. A loro chiediamo, affiancandosi ad Airuno e Valgreghentino, di impegnarsi nel proseguimento del lavoro iniziato da 6 amministrazioni responsabili che hanno saputo essere lungimiranti nel riconoscere il valore di parte di territorio da loro amministrato e custodito. Perché dietro l’idea di parco c’è, in primo luogo, l’idea di un servizio, e come tale ha bisogno di idee, energie e passione perché funzioni e si realizzi. Il Parco è un territorio e un contenitore dove trovare cultura, ambiente e identità!
Auspichiamo infine che, concetti come quelli sopra indicati, non siano solo slogan elettorali ma che trovino concretezza nei programmi elettorali delle liste in corsa. La nostra Associazione si rende pienamente disponibile ad incontrare i candidati sindaci e le liste al fine di confrontarci sulle tematiche inerenti il Parco e le politiche ambientali.

Torna a Dolzago Erbe spontanee commestibili

Esploriamo il versante ovest del Monte di Brianza, cercando erbe spontanee e commestibili:

Domenica 08 Maggio 2016,  a Dolzago, torna la camminata delle "Erbe spontanee commestibili".

 

Torna il Sentierone: 10 aprile 2016

Domenica 10 aprile l'Associazione Monte di Brianza e le GEV del Parco del Curone vi invitano al TREKKING DEL SENTIERONE per esplorare il polmone verde del Monte di Brianza percorrendo sentieri tra antichi borghi e selvagge distese boschive.

 

 

 

Pagine